.
Annunci online

moltobene
Dio non è morto (e sta benissimo in Argentina)


Dario: un barlettano da Birmingham


26 ottobre 2007


Non tutti i percorsi escono rettilinei, come non tutte le ciambelle escono con il buco. Detti popolari che trovano applicazione nella vita reale. Non sono mai stato un tipo costante ma, per converso, ho avuto dalla mia sempre una buona dose di testardaggine e perseveranza. Il mio universitario, di percorso, è stato davvero curvilineo, picchi di cui mi sono io stesso meravigliato e cadute libere di cui porto addosso ancora le cicatrici ed ematomi evidenti. Si sono aperte porte interessanti, chiuse finestre, aperti portoni, partiti treni in anticipo senza preavviso e decollati aerei. L’importante è esserci. Crederci. Come mi ha sempre detto una persona che nonostante la lontananza fisica mi porterò sempre nel cuore “ Dario ricorda, non è importante quante volte si cade, l’importante è avere la forza di rialzarsi una volta in più”. E’ stata la mia dedica a caratteri cubitali sulla stampa della tesi il giorno della mia laurea, quando nessuno più credeva che ce la potessi fare. Ma ora sono qui, e questo è l’importante.
Di lauree il nostro paese non si è accontentato di darcene una, ma ha raddoppiato, come lauda ricompensa per un lavoro che forse un domani stenterà a decollare e per un destino che accomuna tutti noi ragazzi che cerchiamo di forgiare il nostro domani. Ormai io sono quasi giunto al termine di questi anni di sacrifici, corse al supermercato per rifocillarsi, lavaggi di quintali di piatti in sosta per giorni, rincorse contro il tempo per terminare i programmi e notti insonni a sognare chissà quale avvenire. Sono giunto ai preparativi. Sto lucidando le trombe, stendendo il mio tappeto rosso e facendo le prove costume. Non mi piace affatto, ma così c’era scritto sul copione, la sceneggiatura non prevede cambi repentini e il regista ha già scelto le ambientazioni.
Mi sono detto, se è così che deve andare allora mi concederò un ultimo regalo in questo ultimo anno di spensieratezza. Ho compilato un modulo, mi sono fatto bello per quattro fotografie ed ho consegnato il tutto in un ufficio chiamato “relazioni internazionali”. Mi piaceva il suono e gli odori che si respiravano lì dentro.Il resto ve lo risparmio, diventerebbe cronaca di vita quasi comune, un’estate particolare alle spalle, tante avventure, fuochi che si sono spenti e altri che hanno tentato di accendersi senza nessun successo. Mi sono concesso la vanità di una partenza intelligente, pochi indumenti in valigia, due libri, un paio di scarpe comode e tanta, tanta curiosità. Destinazione Birmingham. Solo andata. Ritorno da prenotare per le festività natalizie, per un bacio a i miei cari e uno ai miei amici.
E’ poco più di un mese che sono qui, ho conosciuto un’infinità di persone, sono successe già tante cose e tantissime ne devono ancora accadere. Incominciano già ad essere troppe per contenerle tutte nella memoria e tenerle solo per me. Le voglio raccontare a voi se me lo permetterete e ne avrete voglia. Forse a volte vi tedierò, forse lo sto già facendo, ma sono sicuro che su qualcosa vi fermerete a pensare e su qualcos’altro vi direte “ anch’io volevo esserci” o “anch’io ho vissuto quella situazione”. Forse sono troppo presuntuoso e non vi desterò nessuna sensazione. Ma due parole scritte su un foglio bianco non danno fastidio, non chiedono nulla, sono lì che attendono di essere lette, e se non vorrete resteranno lì nel loro cantuccio zitte zitte affinché vi dimentichiate della loro presenza. Ma questo è troppo presto per essere raccontato.
Birmingham.
                                                                                                                                   Dario Tupputi.




permalink | inviato da D.M.T. il 26/10/2007 alle 10:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


22 ottobre 2007


Signori e signore,
vi presento una nuova rubrica. Anzi, non solo nuova ma anche esterofila. Il suo responsabil infatti, è un barlettano attualente impiantato in quel di Birmingham, per cazzeggiare, vedere un mondo nuovo e nei ritagli di tempo per studiare. Queste sono le sue storie, la sua vita e il suo vissuto.
Benvenuto Dario.


A tutti quelli che vivono aspettando che arrivi domani.

A tutti quelli che sono presenti fisicamente e sono in continuo viaggio con la mente.

A tutti quelli che piangono credendosi disperati per aver perso la persona amata e invece non era amore.

A tutti quelli che non sanno dire altro che l’erba del proprio vicino è più verde.

A tutti quelli che rimangono a casa perché fuori non c’è nulla d’interessante da fare.

A tutti quelli che preferiscono rimanere bianchi d’estate perché il nostro mare è inquinato.

A tutti quelli che fingono d’innamorarsi ogni minuto perché non sono capaci di rimanere in silenzio.

A tutti quelli che mentono convincendosi che quella sia la verità.

A tutti quelli che fanno sesso e invece vorrebbero fare l’amore.

A tutti quelli che si fingono scrittori e non hanno l’onestà per parlare alla gente.

Ai finti duri.

Ai veri deboli.

Ai fragili.

Ai sensibili.

Agli esiliati.

Ai relegati nelle carceri della propria mente.

A chi sa fingere di sorridere.

A chi ama la vita.

A chi cerca continuamente.

A chi non smette di credere che si possa cambiare.

A chi vive rubando esperienze che possano farlo sentire ogni giorno migliore.

A chi vive alla grande e in punto di morte ride quando tutti lo compiangono.

 
A voi e a me che a malapena sappiamo dove ci troviamo e siamo allo scuro di dove andremo.

Alla nostra terra, che ci ha dato la vita, cresciuto, fatto ridere, donato gli amici e sottratto gli amori.

Proprio a lei che mi manca come il batter di ciglia in un momento di stupore.

 
Cronache di un barlettano a Birmingham……..as soon as possibile!

P.s. Più di tutti, a Giorgio, che si è rivelato persona umile, semplice e di grande acume...

A prestissimo.

See-ya.
Dario Tupputi.   




permalink | inviato da D.M.T. il 22/10/2007 alle 17:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Roba da Iulm
Dialoghi col nonno
Storie di F.S.
Scene di vita vissuta
Il sondaggio del Sabato (o della Domenica)
Dario: un barlettano da Birmingham
Pensieri e parole (al contrario)
Aire de Espana: Ciccio da Granada
Lo Sport è alla base di una società sana
Fatti dalla/della Terra Natìa
Goffredo
Vota Antonio Latrippa
Cronache Belghe
Strange SCOTTISH Story
Forsepoesie
...sta Luego

VAI A VEDERE

L'austalopiteko
Giuseppe Spadaro (Ferrone)
Marvellouse
Papagnol



 


 



  1. Ad una certa ora inizia un nuovo giorno
  2. Tu, per me, sei una fonte di direzioni da seguire!
  3. Si è operato al POLO d'Adamo.
  4. Ieri a "Ciao Darwin" giocavano Zoccole contro "Madri Lecite".
  5. Se io voglio gli occhi blu come devo fare?
  6. http://www.youtube.com/results?search_query=luca+erario+e+lo+spagnolo
  7. Hai la cicca per il dopo alito?
  8. - Sei di Barletta? - Si. - E Basta?
  9. http://www.youtube.com/watch?v=XgszlJMR7_E
  10. Ma il gobbo era di Nottingham o di Rotterdam?
  11. (Ad un professore d'informatica) Scusi, ma lei lo conosce Google Hearth ?
  12. Il grosso non piace, il definito piace! Se costruisci mostri, se mostri attrai!
  13. In un certo periodo della tua vita riesce ad essere difficile fare lo Iulm! 
  14. Ma se io vado da Canova, gli dò 5000 euroe gli dico di farmi entrare nella casa del Grande Fratello, lui ci riesce?
  15. Non tutti siamo uguali, quindi tutti siamo diversi.
  16. Sai, pensavo di stare peggio con gli esami. - E invece? - Invece sto messo male.
  17. Ero seduto sul posto accanto a uno che ha fatto il compattato di cui non l'ho passato
  18. Anglofono e anglofilo... è tipo Galatone e Galatina?
  19. Sono a Londra che studio italiano che devo preparare gli esami di Spagnolo....
  20. Oh ragazzi, non dite che io non conosco la storia. Mi ricordo tutto. Anche quando l'Italia ha vinto i mondiali nel '90.
  21. Oh ragazzi, ma l'Aquila non si trova nel Lazio?
  22. Io so che uno tra Hitler e Napoleone è morto in una vasca da bagno!
  23. Le torri gemelle sono cadute a novembre.
  24. L'America fu scoperta nel 1890.
  25. Ma dai, cosa dici... Matera è in Puglia.
  26. - Luca, ma dov'è morto Napoleone? (dopo un suggerimento mal compreso) - In viaggio. - Non in viaggio. Ad Ajaccio. Ma sai almeno che Ajaccio è in Corsica? - Si, si. Corsica in Spagna.
  27. - Luca, chi è Gandhi? - Uno scultore spagnolo...ha fatto la chiesa della famiglia e sono pure andato a vedere la sua casa. La casa di Gandhi! 
  28. Obama? il nome? Barack è il nome? Che brutto nome...
  29. Etiopia? Non lo so cos'è, ma deve essere roba di Africa...
  30. - Quindi hai imparato l'inglese a Glasdov? - Beh, ci ho provato. In Scozia lo parlano molto male. - Ma perche Glasdov è in Scozia?
  31. in questa settimana ti cerco vedere di provare e di richiederere se si può fare una ricarica 

                     

   SCRIPTA MANENT    

 

- Al diavolo la vita sociale quando hai un giradischi...

Walter Viscardi

 

- Mamma, quando sarà, me la scrivi tu la Tesi? - Ed in cosa? - Non lo so. Basta che me la scrivi tu...

U'Bazitt

 

- Che Bevi Fabrì? Un Gin Tonic?  - No. Non posso. Con un Gin Tonic faccio un altro figlio stasera... 

Zio Fabrizio

 

- Cosa fa Valeria nella vita? - Ingrassa. 

Ilaria Santeramo

 

Voi sapete che io bevo solo sul lavoro. Da poco però, ho iniziato a bere solo verso fine lavoro.

Vinicio Capossela 

 

Gli starnuti li sanno fare solo i merdosi

Marilia Quattrini

 

Facciamo che ci diciamo amore per finta?

Claudia Lacerenza

 

- E tu di che squadra sei? - Io non seguo più il calcio. Da quando non gioca Batistuta questo sport non ha più senso.

Anonimo spettatore della Bet Shop in via Pomponazzi 

 

E' sotto i volti angelici che si nascondono le più grandi Moane Pozze

Marco Lomuscio 

 

In via Torino ( a Milano), a quest'ora c'è da camminare con la minchia in mano.

Gabriele " Gabs" Genovese

 

Penso che la signora Orietta Berti, assomigli ad un tortellino.

Alda Merini

 

In questa università si sta compiendo una tragedia. Per il fatto che voi non sapete niente. Ma davvero niente! Ogni secondo scompaiono secoli di nozioni millenarie. Così: puff!

Antonio Scurati  

 

Il Buddismo è una religione poliglotta

Dottor Ciao.

 

Solo Diliberto è più triste della carbonara mangiata con l'acqua (e senza il vino).

Io

 

  • Ma in questa festa che hai fatto con 7000 euro, ce n'erano almeno 1000 di valori?
  • Va bè... lei è stata con con dei ragazzi che sono dei Sex Symbol. Io invece sono un "ex" symbol

Pier Paolo Tanzi

 

 
Se io vengo a studiare qui, prendo una brutta piaga

Savio Losito 

                           

  • Mio figlio non m'interessa che venga intelligente e bravo a scuola, l'importante è che sia agile e scattante, come Martins
  • Leon Battista Alberti era un uomo "abbastanza intellettuale"
  • Se oggi ero donna vi soddisfavo tutti.     

Monio 

  • Da un grande potere derivano grandi responsabilità 

Zio Ben ( lo zio dell'Uomo Ragno)


  • Basta! Da oggi non bevo più. Devo ritornare il ragazzo genuino che ero. Genuino. Genuino.Genuino.     

Rambo 


  • Quel poveretto, non è che non ha mai letto un giornale, è che probabilmente non lo leggerà mai in vita sua. 
  • E questa è la rovina...che quando tutti e due siete all'antica, c chezz v'assì dà sàtt? L'arte contemporanea?              

Giuseppe Ferron Spadaro



  • Cecchi Paone ha accettato di andare sull' Isola dei Famosi , perchè credeva fosse a Mykonos

Ciccio Brambilla Dimiccoli

 

  • "Benvenuti nella Repubblica Indipendente del mio PC"

Giada 

 

  • Ero in coda in autostrada e meditavo sul Barocchismo del mondo...

Gianni Canova  

 

  • Le vere artiste sono le mamme che fanno le figlie bone.

Giuseppe Diella 

 

  • In Biblioteca, le più brutte fanno sempre più casino.

Capitano Daniel Francia

 

  • Ahhh, quindi al ritorno abbiamo fatto lo stesso tragitto dell'andata, però al contrario?

Woody (Din7)

 

  • Se i  Chihuahua non abbaiassero, guadagnerebbero di credibilità, loro, e tutti gli altri cani !
  • Io sono un grande "odiatore" di Msn.
  • Anche perchè, tutti i ragazzi che sono andati in Inghilterra con "L'INPS"...

Ulisse     



Nell '81 tutti quanti piangemmo per Alfredino, ma da che mondo è mondo, i bambini cadono nei pozzi da sempre...

Alberto Abruzzese


 

  • Da grande farò l'Asceta.
  • - Cinque per cinque?  - 25  - Eh vabbè, ma tu lo sapevi...
     

Mimmus


 

Nessun uomo può andare a letto due volte per la prima volta con la stessa ragazza.

Eraclito 

                    

  • Dacci due ore e ci svegliamo in due secondi 
  • Se io avevo sta macchina, se io avevo sta macchina, se io avevo sta macchina, era bello!

F.Lion 


 

  • La tua stanza da di pasta e patate. Apri la finestra.
  • Con quei baffi sembri Domenio Modugno
  • Oggi sei vestito come un borgataro.  

Mio Padre

 


 

CERCA