.
Annunci online

moltobene
Dio non è morto (e sta benissimo in Argentina)


Strange SCOTTISH Story


5 agosto 2010


- Hou.

- Dì.

- Mò. Vìn dò!


- Dì.

- Assapr u risòtt. Com jè?

- Jè teust!

- Ù sàcc ca jè teust! U sapòr mà dì.

- Jè bbòn.

- Eee!


- Mè, vattèèn mà.

- Va fè l' bcchìn!

- Màmt!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cucina ristorante risotto

permalink | inviato da D.M.T. il 5/8/2010 alle 11:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


26 luglio 2010


Lei     “Guarda un po’ questa idea di porre il soggetto in tela, sul lato sinistro della prospettiva, quasi a raffigurare una simbolica morte in atto”

Lui     Muto.


Lei     “Nota invece la messa in proporzione assolutamente micro prodotta.  Il fatto che sia     contestualizzata in una cornice così piccola, non ti dà l’impressione che il soggetto ritratto sia pronto     ad     un imminente collasso?”

Lui     Muto.


Lui:     Scomposto, per terra, con una matita e un foglio, a riproporre sghembe interpretazioni più vicine alla sua fantasia che al ritratto in sé.

Lei:     “Ma lo sai che a tratti mi ricordi Chagalle, con quel tuo rotatorio pennellare, ipotetiche figure astratte?

Lui:     Ovviamente, muto.


Lei:     Signora fricchettona sulla cinquantina.

Lui:    Bimbetto con al massimo sei anni.

Noialtri, dal profondo del cuore: “ Sgnò, accòm chezz va crèsc stà creatour?”  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. arte ritratti

permalink | inviato da D.M.T. il 26/7/2010 alle 17:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 giugno 2010


 -  Jorjo, are you ok?

- Yes, Aziz. I’m Ok. Thanks.

Are you fine? Ok, Jorjo. Ok!


- Have you eaten Jorjo?

Yes, Aziz.  Thank you so much. I’ve eaten pasta before to start.

Smashing Jorjo!



Dopo 30 secondi.


- Figa, figa, figa, figa Jorjo. Look outside!

 Bella figa, Jorjo. Do you like Jorjo?

- Yes, Aziz. I do.

- Smashing Jorjo! Absolutely smashing  Jorjo!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ristorante smashing figa aziz

permalink | inviato da D.M.T. il 30/6/2010 alle 2:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 giugno 2010


Le cucine dei ristoranti sono un vorticoso e spasmodico mondo che inducono a fraternizzare con il pensiero marxista, il movimento metalmeccanico, le contestazioni della classe lavoratrice contro i poteri forti e Mimì Metallurgico.

Spesso, a Goffredo ( per maggiori  informazioni si guardi la rubrica tematica del blog) capita di lucidare sino alla soglia del luccichio centinaia e centinaia e centinaia di posate al giorno, con acqua calda ed aceto Ponti. Dal suo piccolo lavoro quindi, dipende la prima impressione che il cliente avrà appena sedutosi.

Dopo questa premessa socialista però è bene introdurre il dueteragonista, senza il quale sarà impossibile arrivare alla fine del post.

Aziz, per l’appunto, pizzaiolo marocchino, briccone e birbante, qualche mese fa per puro vezzo, cominciò nella cucina in cui lavorava e tuttora lavora, ad appellare qualsiasi uomo, qualsiasi donna, qualsiasi oggetto e qualsiasi ingrediente: Gioggio.

“ Gioggio, give me the mushrooms!” 

“ Do you have a Gioggio in your fridge?” 

Gioggio.Gioggio. Gioggio.

Ovviamente, da questo scherzetto del vecchio Aziz, si evolsero e presero forma vere e proprie espressioni lessicali, che dopo mesi ancora persistono e godono di ottima salute nel criptico linguaggio interno del ristorante. La più in voga è la seguente; spesso recitata da Jack, aiuto cuoco polacco e Moses, lavapiatti ivoriano rubato alla boxe.

Jack  (o chi per lui) : Easy Gioggio. Easy! 

Moses(o chi per lui): Burubucazzo Gioggio!


Sulla natura fonetica e semantica di questa espressione, Goffredo non ha nulla da eccepire, anzi, non può che esprimere la massima ilarità e il massimo sostegno. Non può avere lo stesso fervido slancio  però, quando a causa della magica formula è costretto a girarsi verso l’interlocutore, credendo di ricevere una domanda a lui rivolta e ascoltando invece da qualche parte in cucina, solo una risposta che inizierà con Burubucazzo.

Gioggio. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ristoranti giorgio cucine

permalink | inviato da D.M.T. il 16/6/2010 alle 19:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 giugno 2010


Il narratore decide di scrivere questo pezzo quando, alle 3:09 ( orario locale) di una domenica di giugno, un ragazzo del palazzo di fronte prende la chitarra in mano e inizia a suonare  pregevoli  canzoncine armoniose.  Spero che i lettori prima o poi possano testimoniare  riconoscenza al musico in penombra.

Glasgow è strana. E diversa.

Si sente che rispetto a tutte le altre città, a tutti gli aeroporti che hai visto e dove hai solcato file e file di check-in è una cosa a parte. L’aria che si respira non è la stessa, cosi come i poliziotti che ti aspettano prima dell’accesso al carrello dei bagagli, chiedendoti il passaporto e cosa sei venuto a fare. A Bari tutti risponderebbero: Fètt i stracazzecc tou!

AGlasgow ci sono dei gabbiani, talmente grandi e fastidiosi che somigliano ad avvoltoi subsahariani; invece delle carogne però avvistano e divorano cheeseburger e patatine fritte. Marcano il territorio facendo sibilare delle possenti cacate aria terra con annesso sciocco: splaf. Colui che scrive inoltre, teme che questi mostri snaturati abbiano un particolare feeling per il suo giubbotto a quadri, giallo e verde, o che mirino a sbranarlo senza preavviso planando in picchiata. Ogni volta che il narratore entra/esce di casa infatti, sinistri richiami echeggiano dalla guglia del parking car. Appare evidente per concludere che Uccelli di Hitchcock abbia turbato non pochi cervelli. 

A Glasgow non conviene chiedere informazioni alle persone con più di cinquanta anni. Ma non perché loro non siano disponibili, tutt’altro. Semplicemente perché chi le ascolta non capirà. Anche con tutta la volontà e l’impegno possibile. Si è costretti nuovamente a saggiare il proprio senso dell’orientamento in barba ai segni e ai gesti che i cortesi locali si sono prodigati a darti.

Infine, nonostante l’atipicità intrinseca della città, inserita in un contesto nazionale storicamente e fieramente eterogeneo, anche Glasgow non è immune dagli indiani (pellerossa) che cantano canzoni in playback con flauti truffaldini. E anche a Glasgow la gente si ostina a comprare i cd.

Mentre l’alba viene a riscuotere quanto di suo possesso il musico in penombra continua con i suoi giri in la minore. Con tutti il rispetto e l’amicizia per l’alba però, sarebbe opportuno coricarsi. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scozia glasgow

permalink | inviato da D.M.T. il 7/6/2010 alle 13:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Roba da Iulm
Dialoghi col nonno
Storie di F.S.
Scene di vita vissuta
Il sondaggio del Sabato (o della Domenica)
Dario: un barlettano da Birmingham
Pensieri e parole (al contrario)
Aire de Espana: Ciccio da Granada
Lo Sport è alla base di una società sana
Fatti dalla/della Terra Natìa
Goffredo
Vota Antonio Latrippa
Cronache Belghe
Strange SCOTTISH Story
Forsepoesie
...sta Luego

VAI A VEDERE

L'austalopiteko
Giuseppe Spadaro (Ferrone)
Marvellouse
Papagnol



 


 



  1. Ad una certa ora inizia un nuovo giorno
  2. Tu, per me, sei una fonte di direzioni da seguire!
  3. Si è operato al POLO d'Adamo.
  4. Ieri a "Ciao Darwin" giocavano Zoccole contro "Madri Lecite".
  5. Se io voglio gli occhi blu come devo fare?
  6. http://www.youtube.com/results?search_query=luca+erario+e+lo+spagnolo
  7. Hai la cicca per il dopo alito?
  8. - Sei di Barletta? - Si. - E Basta?
  9. http://www.youtube.com/watch?v=XgszlJMR7_E
  10. Ma il gobbo era di Nottingham o di Rotterdam?
  11. (Ad un professore d'informatica) Scusi, ma lei lo conosce Google Hearth ?
  12. Il grosso non piace, il definito piace! Se costruisci mostri, se mostri attrai!
  13. In un certo periodo della tua vita riesce ad essere difficile fare lo Iulm! 
  14. Ma se io vado da Canova, gli dò 5000 euroe gli dico di farmi entrare nella casa del Grande Fratello, lui ci riesce?
  15. Non tutti siamo uguali, quindi tutti siamo diversi.
  16. Sai, pensavo di stare peggio con gli esami. - E invece? - Invece sto messo male.
  17. Ero seduto sul posto accanto a uno che ha fatto il compattato di cui non l'ho passato
  18. Anglofono e anglofilo... è tipo Galatone e Galatina?
  19. Sono a Londra che studio italiano che devo preparare gli esami di Spagnolo....
  20. Oh ragazzi, non dite che io non conosco la storia. Mi ricordo tutto. Anche quando l'Italia ha vinto i mondiali nel '90.
  21. Oh ragazzi, ma l'Aquila non si trova nel Lazio?
  22. Io so che uno tra Hitler e Napoleone è morto in una vasca da bagno!
  23. Le torri gemelle sono cadute a novembre.
  24. L'America fu scoperta nel 1890.
  25. Ma dai, cosa dici... Matera è in Puglia.
  26. - Luca, ma dov'è morto Napoleone? (dopo un suggerimento mal compreso) - In viaggio. - Non in viaggio. Ad Ajaccio. Ma sai almeno che Ajaccio è in Corsica? - Si, si. Corsica in Spagna.
  27. - Luca, chi è Gandhi? - Uno scultore spagnolo...ha fatto la chiesa della famiglia e sono pure andato a vedere la sua casa. La casa di Gandhi! 
  28. Obama? il nome? Barack è il nome? Che brutto nome...
  29. Etiopia? Non lo so cos'è, ma deve essere roba di Africa...
  30. - Quindi hai imparato l'inglese a Glasdov? - Beh, ci ho provato. In Scozia lo parlano molto male. - Ma perche Glasdov è in Scozia?
  31. in questa settimana ti cerco vedere di provare e di richiederere se si può fare una ricarica 

                     

   SCRIPTA MANENT    

 

- Al diavolo la vita sociale quando hai un giradischi...

Walter Viscardi

 

- Mamma, quando sarà, me la scrivi tu la Tesi? - Ed in cosa? - Non lo so. Basta che me la scrivi tu...

U'Bazitt

 

- Che Bevi Fabrì? Un Gin Tonic?  - No. Non posso. Con un Gin Tonic faccio un altro figlio stasera... 

Zio Fabrizio

 

- Cosa fa Valeria nella vita? - Ingrassa. 

Ilaria Santeramo

 

Voi sapete che io bevo solo sul lavoro. Da poco però, ho iniziato a bere solo verso fine lavoro.

Vinicio Capossela 

 

Gli starnuti li sanno fare solo i merdosi

Marilia Quattrini

 

Facciamo che ci diciamo amore per finta?

Claudia Lacerenza

 

- E tu di che squadra sei? - Io non seguo più il calcio. Da quando non gioca Batistuta questo sport non ha più senso.

Anonimo spettatore della Bet Shop in via Pomponazzi 

 

E' sotto i volti angelici che si nascondono le più grandi Moane Pozze

Marco Lomuscio 

 

In via Torino ( a Milano), a quest'ora c'è da camminare con la minchia in mano.

Gabriele " Gabs" Genovese

 

Penso che la signora Orietta Berti, assomigli ad un tortellino.

Alda Merini

 

In questa università si sta compiendo una tragedia. Per il fatto che voi non sapete niente. Ma davvero niente! Ogni secondo scompaiono secoli di nozioni millenarie. Così: puff!

Antonio Scurati  

 

Il Buddismo è una religione poliglotta

Dottor Ciao.

 

Solo Diliberto è più triste della carbonara mangiata con l'acqua (e senza il vino).

Io

 

  • Ma in questa festa che hai fatto con 7000 euro, ce n'erano almeno 1000 di valori?
  • Va bè... lei è stata con con dei ragazzi che sono dei Sex Symbol. Io invece sono un "ex" symbol

Pier Paolo Tanzi

 

 
Se io vengo a studiare qui, prendo una brutta piaga

Savio Losito 

                           

  • Mio figlio non m'interessa che venga intelligente e bravo a scuola, l'importante è che sia agile e scattante, come Martins
  • Leon Battista Alberti era un uomo "abbastanza intellettuale"
  • Se oggi ero donna vi soddisfavo tutti.     

Monio 

  • Da un grande potere derivano grandi responsabilità 

Zio Ben ( lo zio dell'Uomo Ragno)


  • Basta! Da oggi non bevo più. Devo ritornare il ragazzo genuino che ero. Genuino. Genuino.Genuino.     

Rambo 


  • Quel poveretto, non è che non ha mai letto un giornale, è che probabilmente non lo leggerà mai in vita sua. 
  • E questa è la rovina...che quando tutti e due siete all'antica, c chezz v'assì dà sàtt? L'arte contemporanea?              

Giuseppe Ferron Spadaro



  • Cecchi Paone ha accettato di andare sull' Isola dei Famosi , perchè credeva fosse a Mykonos

Ciccio Brambilla Dimiccoli

 

  • "Benvenuti nella Repubblica Indipendente del mio PC"

Giada 

 

  • Ero in coda in autostrada e meditavo sul Barocchismo del mondo...

Gianni Canova  

 

  • Le vere artiste sono le mamme che fanno le figlie bone.

Giuseppe Diella 

 

  • In Biblioteca, le più brutte fanno sempre più casino.

Capitano Daniel Francia

 

  • Ahhh, quindi al ritorno abbiamo fatto lo stesso tragitto dell'andata, però al contrario?

Woody (Din7)

 

  • Se i  Chihuahua non abbaiassero, guadagnerebbero di credibilità, loro, e tutti gli altri cani !
  • Io sono un grande "odiatore" di Msn.
  • Anche perchè, tutti i ragazzi che sono andati in Inghilterra con "L'INPS"...

Ulisse     



Nell '81 tutti quanti piangemmo per Alfredino, ma da che mondo è mondo, i bambini cadono nei pozzi da sempre...

Alberto Abruzzese


 

  • Da grande farò l'Asceta.
  • - Cinque per cinque?  - 25  - Eh vabbè, ma tu lo sapevi...
     

Mimmus


 

Nessun uomo può andare a letto due volte per la prima volta con la stessa ragazza.

Eraclito 

                    

  • Dacci due ore e ci svegliamo in due secondi 
  • Se io avevo sta macchina, se io avevo sta macchina, se io avevo sta macchina, era bello!

F.Lion 


 

  • La tua stanza da di pasta e patate. Apri la finestra.
  • Con quei baffi sembri Domenio Modugno
  • Oggi sei vestito come un borgataro.  

Mio Padre

 


 

CERCA